Studio Tributario e fatturazione elettronica

Diamo supporto all’imprenditore dal punto di vista amministrativo, facendo visite nella sede dell’attività, ascoltando le problematiche aziendali, assistendovi nella gestione della fatturazione elettronica raccogliendo i documenti per poter tenere la contabilità, sia ordinaria che semplificata, calcolare la liquidazione IVA, preparare ed inviare telematicamente i modelli di pagamento (F24), redigere bilanci e dichiarazione dei redditi, con relativo calcolo delle imposte e tutti gli adempimenti ordinari.

La contabilità ordinaria è il regime contabile più complesso del nostro sistema amministrativo. E’ orientato alla registrazione di tutti i movimenti economico-patrimoniali. E’ quindi indispensabile prestare la massima attenzione a tutte le operazioni contabili ed essere seguiti da un consulente che dia la giusta assistenza.

Le categorie di imprese soggette alla contabilità ordinaria sono:

SPA, SRL, SAPA, Società Cooperative, Società di mutua assicurazione, consorzi, le imprese individuali e le società di persone (SNC, SAS) che hanno ricavi superiori a 400.000 € per i servizi e 700.000 € per le cessioni di beni. E’ comunque possibile scegliere il regime di contabilità ordinaria, anche per quelle aziende che hanno i requisiti per applicare la contabilità semplificata.

La contabilità semplificata è rivolta alle imprese individuali, società di persone (SNC, SAS) ed enti non commerciali, se rispettano determinati limiti di ricavi conseguiti nel periodo d’imposta e seguendo il regime di competenza. Detti limiti sono: 400.000 € per i servizi e 700.000 € per le cessioni di beni.

Per gli esercenti arti e professioni, il regime naturale è la contabilità semplificata, indipendentemente dal volume d’affari. Possono comunque optare volontariamente al regime di contabilità ordinaria.

Il regime forfettario può essere scelto da chi avvia una nuova impresa o da attività già avviate, purché rispettino alcuni requisiti.

Questo regime è vantaggioso, per alcune categorie, perché si è esclusi dalla tenuta della contabilità, basta conservare le fatture di acquisto e di vendita. La tassabilità IRPEF è del 15%  sulla base imponibile, che viene calcolata con un coefficiente di redditività sui ricavi, in base al codice Ateco utilizzato. Gli imprenditori in regime di contabilità forfettaria, hanno diritto a un’agevolazione anche per i contributi previdenziali dovuti alla cassa Gestione Artigiani e Commercianti, con una riduzione del 35% dei contributi fissi e quelli eccedenti il minimale.

 

Mandaci una mail per avere chiarimenti o informazioni

Contattaci